Fattorie Faggioli

IMPRESA E SCUOLA SI INCONTRANO PER IL NUOVO “SMART LAND”

Un gruppo di studenti pugliesi dell’I.I.S.S. “A. Pacinotti” di Taranto è attualmente in Romagna nell’ambito di uno stage ad indirizzo Chimica Materiali e Biotecnologie, organizzato dalle Fattorie Faggioli, azienda multifunzionale modello per l’U.e. per qualità di progetti pilota ecosostenibili.  Grazie alla sensibilità del professor Vito Giuseppe Leopardo, dirigente scolastico del “A. Pacinotti”, gli studenti, seguiti dai docenti Guido Scorrano, Maria Russo, Ornella Cipriano, Giuseppe Capobianco, Erminia Corrado ed Emilia Marino, avranno la possibilità di interagire con le imprese più significative di un Territorio in cui ospitalità, innovazione, cultura e ambiente fanno di questa Regione un laboratorio didattico molto stimolante.  “Per questi giovani – sostiene Fausto Faggioli, organizzatore dello stage – è un periodo di  confronto con tutti quei progetti che fanno conoscere luoghi, tematiche operative, innovazioni tecnologiche in modo coinvolgente, attraverso percorsi di fruizione dell’impresa.”

“Lo stage – continua il gruppo dei docenti – prevede quattro settimane di confronto con la realtà imprenditoriale romagnola per incoraggiare lo spirito di impresa dei giovani al fine di favorire sia il loro ingresso nel mercato del lavoro mediante un’azione integrata che comprenda orientamento, consulenza e apprendistato, sia la mobilità geografica e lavorativa con particolare attenzione all’occupazione dei giovani pugliesi.”

Sul Territorio forlivese, particolarmente stimolante il confronto con i giovani imprenditori dell’impresa Mazapégul che hanno puntato sull’identità territoriale scegliendo il folletto dell’immaginario popolare romagnolo come brand per il loro prodotto e, come suggerisce Simone Rimini: “Mazapégul è nato da poco, ma esiste da sempre, come da sempre esistono la Romagna, l’odore del luppolo, gli amici, i fiocchi d’avena. Mazapégul, era già lì, noi abbiamo aperto la porta.”

Puntando anche sulle opportunità legate ai social e al mondo del web 2.0. – aggiunge Faggioli – lo stage farà comunicare i giovani con le imprese, in modo innovativo e dinamico in linea con gli obiettivi fissati dall’Unione europea. Intensificando così i rapporti con il mondo della Scuola e con le Università lo stage è “ponte” tra domanda e offerta di lavoro in quanto lo “sviluppo del Territorio”, il nuovo “smart land” passa attraverso il lavoro qualificato delle sue risorse umane, ricchezza e opportunità per il sistema economico locale.”

Dall’incontro con l’Azienda Battistini di Cesena (FC) è emerso un vivace dialogo sostenuto dalla passione e dalla professionalità che contraddistingue l’attività aziendale nel settore vivaistico, non solo in Italia ma nel mondo. “La disponibilità al cambiamento sottolinea Giuseppe Battistini dell’omonima Azienda – volto a migliorare il servizio offerto, unito alla capacità di stare al passo con i tempi, ci stimola ad una sfida costante puntando sull’innovazione e il rinnovamento che crediamo siano determinanti.”

Il gruppo dei docenti: “Questo periodo di stage è il frutto dell’impegno  che l’Istituto sta dedicando all’orientamento e alle scelte professionali dei ragazzi nella fase di passaggio dalla Scuola al mondo del lavoro, favorendo un’esperienza formativa che permetterà ai ragazzi di partecipare attivamente alle attività di un ambiente produttivo.”

Al termine, dalla voce “in diretta” degli studenti: “Lo stage formativo è la risposta e lo strumento che ci permette di entrare in un ambiente di lavoro, di metterci alla prova, con la possibilità di orientare o verificare le nostre scelte professionali, acquisendo un’esperienza pratica.”Impresa+scuola






×

ideazione e realizzazione web site di:

e-xtrategy - internet way

via sant'Ubaldo, 36 - 60030 monsano (an) Italy
tel. +39.0731.60225

www.e-xtrategy.net
info@e-xtrategy.net